mercoledì 20 giugno 2018

ULTIM'ORA - Brucia il secondo autobus in pochi giorni, ma ecco perché stavolta non ne parla nessuno..




Prima le fiamme e un'alta colonna di fumo nero, poi le sirene dei vigili del fuoco. Nel pomeriggio di mercoledì 20 giugno un incendio ha devastato un autobus Atm della linea 924 fermo al capolinea di via Viotti a Milano, vicino alla stazione di Lambrate.
Si tratta del secondo incidente in pochi giorni: nella serata di venerdì 15 giugno un altro incendio aveva distrutto un autobus della linea 924 in via Rombon a Milano, sempre in zona Lambrate. Ma se ad episodi analoghi avvenuti nella Capitale governata da Virginia Raggi e dal M5S è stata riservata la prima pagina della stragrande maggioranza dei quotidiani, lo stesso non si può dire per il capoluogo lombardo a guida Sala-Pd.


2 commenti:

  1. Si vede che sono stati ordinati in Cina pagando un sacco di quattrini in Italia. Tutte le macchine devono fare distinti collaudi prima di uscire dalla linea finale, dove in tutta la sua finalità possono vedere dei difetti. Soprattutto the quality control prima di dare il pass e con il pass devono mettere il loro nome, per le responsabilità concerne la finalità meccanica. E per le conseguenze. Evidentemente non usano il controllo di qualità.

    RispondiElimina
  2. MA QUELLI CHE DOVREBBERO FARE I CONTROLLI SANNO COSA DEVONO FARE PERCHE' L'AUTOBUS ESCA IN PERFETTA FORMA MECCANICA ED ELETTRICA.IN QUANTO AI GIORNALI ED ALLE TELEVISIONI SI DIMOSTRA CHE SONO DEI LECCACULI AL SERVIZIO DEL PIDIOTI E DI FORZA ITALIA..MA TUTTO SI AGGIUSTERA' COL NUOVO GOVERNO PERCHE' DURERA' ALMENO DUE LEGISLATURE.

    RispondiElimina