martedì 15 maggio 2018

IL M5S DONA 1 MILIONE DI EURO A 9 SCUOLE ITALIANE TAGLIANDOSI GLI STIPENDI!

Facciamo Scuola con i tagli agli stipendi dei consiglieri regionali: 1 milione per le scuole pubbliche secondarie. I Consiglieri piemontesi partecipano all’iniziativa del Movimento 5 Stelle mettendo a disposizione 80 mila euro che andranno a finanziare 8 progetti.
CHI PUO’ PARTECIPARE ? Studenti, insegnanti, genitori, dirigenti scolastici potranno proporre di finanziare progetti legati ad una scuola del territorio. I progetti raccolti verranno selezionati e votati online su base regionale dagli iscritti a Rousseau. Ogni finanziamento avrà il valore di circa 10.000 euro.
COME PARTECIPARE ? Basta partecipare a questo bando. Per presentare i progetti è necessario compilare questo form.
Un impegno che parte da lontano, infatti solo l’anno scorso i Consiglieri M5S hanno sostenuto le scuole del Piemonte destinando 102,948.77 euro ad uno specifico capitolo del bilancio regionale, non adeguatamente finanziato dalla Giunta, per l’edilizia scolastica.
Con il contributo del progetto “Facciamo scuola” i Consiglieri M5S del Piemonte sono arrivati a restituire in questa prima parte di legislatura 979.970,59 ed entro il termine del mandato la somma supererà ampiamente il milione di euro. Mentre i vecchi partiti si tengono tutto, gli eletti del Movimento tagliano di netto i propri stipendi contribuendo in modo concreto alle vere priorità del Piemonte. Oltre alle scuole sono stati finanziati progetti per le PMI in collaborazione con la Fondazione don Mario Operti; l’acquisto di mezzi per i volontari antincendi AIB ed uno specifico capitolo di bilancio relativo alle “emergenze da calamità naturali”.

3 commenti:

  1. ci vuole il cambiamento lo aspettavamo dal 1994, ma ci siamo ritrovati ad oggi, siete l'ultima speranza!!! lavorate bene e fate del bene onorate il vostro paese. L'ITALIA GRANDE

    RispondiElimina
  2. SONO DECISAMENTE CONTRARIO ad incrementare il già diffuso "progettificio" che,oltre ad essere spesso inutile, finisce per incentivare economicamente il Dirigente e la sua "cerchia", con decurtazione da parte dello Stato di oltre il 60%! Se poi aggiungiamo tutto ciò all'alternanza SQUOLA lavoro, ai test INVALSI, alla gita mascherate da "stage formativo" ...per la SCUOLA non c'è più tempo, nè speranza!
    Le priorità sono altre:
    - COSTRUIRE SCUOLE NUOVE (con appalti trasparenti), anzichè continuare a rattoppare le esistenti, COMINCIANDO DALLE ZONE AD ALTO RISCHIO SISMICO; la situazione attuale continua ad essere drammaticamente pericolosa in quasi tutte le scuole italiane!
    - ADEGUARE LA RETRIBUZIONE DEI DOCENTI ALLA MEDIA EUROPEA.
    - ABOLIRE LA COSIDDETTA "BUONA SCUOLA".
    - ...e ci sarebbe ancora molto da elencare.

    RispondiElimina