sabato 26 maggio 2018

“GENTILONI E’ UN TRADITORE DELLA PATRIA E VOI UN GREGGE DI PECORONI!” IL PROFESSOR BECCHI SUONA LA SVEGLIA AGLI ITALIANI IN DIRETTA TV



Paolo Becchi su SkyTg24 dopo la nomina di Paolo Gentiloni e dei suoi ministri fotocopia.

“Gentiloni si può definire molto semplicemente con tre parole: è un traditore della Patria. È uno che svende gli ultimi elementi di sovranità ancora presenti nel nostro Paese all’Unione Europea. E il compito che ha da realizzare è questo: la distruzione totale del nostro Paese, cominciata con il colpo di Stato di Mario Monti. Punto!

Il compito che ha Gentiloni è quello che è stato bocciato dalla riforma, perché la Riforma (tra virgolette, “riforma”) prevedeva l’entrata dell’Unione Europea nella nostra Costituzione. Ebbene: non ce l’hanno fatta in questo modo, non è entrata dalla porta, e ce la fanno entrare dalla finestra del Governo Gentiloni. Questo è il fatto.

Un altro punto vorrei toccare: “non c’è la legge elettorale”. Ma come non c’è la legge elettorale!? Il “Consultellum” c’è! La sentenza della Corte Costituzionale sul Porcellum ha fatto emergere che al Senato, al momento attuale, vige il Consultellum. Sarebbe sufficiente abrogare con un articolo di legge l’Italicum ed immediatamente, in maniera automatica, il Consultellum (il proporzionale con sbarramento) verrebbe anche applicato alla Camera. Si può fare. In due giorni si può fare. E voi mentite!

Ma in ogni caso noi a votare non ci andremo! E se ci andremo, sarà sicuramente dopo il 15 di settembre, perché quel gregge di pecoroni che è in Parlamento – e che non ci torneranno più – mai metteranno in discussione il loro vitalizio!

2 commenti:

  1. TROPPE PAROLE E POCHI FATTI DAVANTI ALLA FLGRANZA DI REATO NON SERVE NEMMENO UN MANDATO DI CATTURA! E VOI CHE VORRESTE GOVERNARE IL PAESE NON CONOSCETE LA COSTITUZIONE? MATTARELLA STA VIOLANDO L`ART.92 QUINDI E GIA IN FLAGRANZA DI REATO PER ABUSO DI POTERE DANDOSI A SE STESSO PRERROGATIVE CHE LA COSTITUZIONE NON GLI HA MAI CONFERITO!

    RispondiElimina
  2. Non è che c'è da stare allegri per l'art.92, oramai siamo certi che le leggi valgono solo per i sudditi, ci siamo dimenticati del pseudo presidente che ha segretato le intercettazioni sul processo Stato-Mafia, bene rimane un'idea personale ma se non era interessato e se era puro perché li ha segretato, forse no era del tutto estraneo, l'altro caso del primo ministro alias pinocchio fiorentino, senza dignità, se l'è giocata col referendum, quando la CORTE COSTITUZIONALE ha dichiarato incostituzionale il blocco della perequazione delle pensioni se ne infischiato anzi ha pure postergato i termini ponendosi al di sopra della legge, roba che si permettono solo i dittatori, in quanto a Ministro Gentiloni filo guidato dal pinocchio fiorentino e dall'Europa capitalista, non ho ancora visto una risposta sulla sua firma nel trattato di Caen in cui regalava porzioni di confine alla Francia (da chiedersi in mancata di risposta erano regalati o vendita privata)

    RispondiElimina