sabato 24 marzo 2018

RENZI NEI GUAI IL M5S VINCE LA CAUSA CONTRO IL PD PER L'EBETINO SI METTE MALE

“Il Tar di Firenze, con una sentenza articolata, ha dato ragione al Movimento 5 Stelle: il Comune deve consegnare al M5S gli scontrini e le ricevute delle spese di Matteo Renzi risalenti al tempo in cui era sindaco”. La comunicazione è arrivata direttamente dai gruppi parlamentari di Camera e Senato del M5S ed è relativa al periodo in cui Matteo Renzi era sindaco di Firenze. “La sentenza è chiara e inequivocabile: ‘L’accesso dei consiglieri comunali – si può leggere nel corpo del testo riportato dai 5 Stelle – è strumento di controllo e verifica del comportamento dell’amministrazione, in funzione di tutela di interessi non individuali, ma generali, e costituisce espressione del principio democratico dell’autonomia locale e della rappresentanza esponenziale della collettività’”. “Anche per questa ragione – continuano i parlamentari M5S – il Comune di Firenze è stato condannato al pagamento delle spese legali nei confronti di due consiglieri comunali del M5S che hanno fatto richiesta di accesso agli atti. Ora non ci sono proprio più scuse e il sindaco Nardella, piuttosto che difendere il suo capo Renzi, rispetti i cittadini italiani che vogliono sapere come Renzi ha speso i fondi pubblici, cioè i soldi di noi tutti”. I 5 Stelle, dopo la pronuncia del Tar, hanno deciso di recarsi con una folta delegazione di parlamentari lunedì prossimo a Palazzo Vecchio, per chiedere che le spese vengano rese note e tentare di risollevare il polverone sulla vicenda.


23 commenti:

  1. Renzi deve dare conto del suo operato quando era sindaco di Firenze
    Poi ha rovinato il pd e l'italia quando premier. Giustizia divina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Finalmente si potrà bloccare la spavalderia della persona e fargli cominciare a pagare le malefatte anche se molte saranno difficili da scoprire.

      Elimina
    2. è per questo che va in tour a fare conferenze (di cosa non si sà) all'estero? poi ci rimane per non consegnare gli scontrini?allora è per questo che andava continuamente fuori dall'Italia a presentarsi ai vari governi.....seminava per raccogliere da solo....non per rappresentarci!!!!!!!!!gli italiani hanno capito tutto

      Elimina
    3. A tutt'oggi, pero',11giugno 2018,ancora non si sa degli scontrini di Renzi.Come mai?

      Elimina
  2. speriamo sia squalificato come il Nazareno di Arcore

    RispondiElimina
  3. Caro Renzi vedrai la differenza tra VIP e Cittadini Comuni, sentenziati dalla Giustizia Italiana !

    RispondiElimina
  4. Era ora che si cominciasse un po a indacare su questo ladrone,e speriamo che continuano anche con il resto della famiglia

    RispondiElimina
  5. E le spese pazze di quando era presidente della provincia?e tutti i soldi rubati agli italiani quando era a capo del governo?che mascalzone berlusconiano!

    RispondiElimina
  6. PENSO AVRAI POCO TEMPO DISPONIBILE PER ANDARE A GIOCARE A TENNIS , BALORDO ,BUFFONE , LADRO , IN GALERA DEVI ANDARE , FARABUTTO

    RispondiElimina
  7. Mettiamola D'avanti alle propie responsabilità!!!!!
    Poi ci faremo du risate.

    RispondiElimina
  8. Ragazzi è una notizia di due anni fa (31 marzo 2016).
    https://www.ilfattoquotidiano.it/2016/03/31/scontrini-renzi-tar-condanna-comune-firenze-a-pagare-spese-legali-a-m5s-di-maio-ora-premier-pubblichi-le-ricevute/2596258/

    RispondiElimina
  9. La solita storia, tuttilsdri, poi pero' a distanza di anni,: Mastella assolti, Sala assolto, qursti fatti non li commentate ? Semprr a prrndere per oro colato spot fati per interese, quanta superficialita'

    RispondiElimina
  10. In galera deve andare il maiale

    RispondiElimina
  11. E solo un ladro in galera deve andare il maiale

    RispondiElimina
  12. Devono pagare tutto quello che hanno rubato ladroni!!!!!!!!

    RispondiElimina
  13. Un paio di giorni fa, Bonafede rimarcò questo fatto in TV!... !Quindi, anche se si tratta di una notizia di due anni fa, sicuramente stanno rispolverando le carte!...

    RispondiElimina
  14. MI AUGURO CHE VENGA RADIATO A L'ACCESSO AL GOVERNO E USCIRE FUORI DALLA POLITICA NON DEVE PIGLIARE PIÙ NEANCHE UN CENTESIMO E POI SE NE PUÒ ANDARE DOVE VUOLE E PER SEMPRE. PRIMA BISOGNA SEQUESTRARE TUTTO QUELLO CHE A Ò QUELLO CHE A RUBATO AL POPOLO ITALIANO.

    RispondiElimina
  15. ricevute e scontrini fiscali... non solo quelli quando il gambero senza spina dorsale e con la testa piena di merda era sindaco.... Anche quelli di quando faceva il verme abusivo eletto da nessuno......

    RispondiElimina