mercoledì 7 marzo 2018

Le lacrime della Boschi: «Senza di noi finiranno la civiltà e l’educazione…»



Loro, quelli del Pd, sarebbero i civili, la luce, la sobrietà: tutti gli altri, dai grillini al centrodestra a trazione leghista, sarebbero i barbari…
Maria Elena Boschi, dopo il tracollo del Pd, e nonostante la vittoria nel collegio blindato di Bolzano, ai danni di Michaela Biancofiore, sarebbe amareggiata, delusa, perplessa. Non riesce a farsi capace del perché gli elettori abbiano bocciato i governi di centrosinistra, quelli dove lei ha fatto il ministro prima, con Renzi, e il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, poi, con Gentiloni. Secondo un retroscena dell’autorevole giornalista di Repubblica, Francesco Merlo, la Boschi avrebbe pianto «non per la maldestra perdita di uno scudetto, e neppure perché finisce il sogno politico di questo Pd e della sinistra dei quarantenni, ma perché finisce un mondo che è fatto di letture e buone maniere, di educazione e civiltà». Maria Elena sarebbe rimasta male anche per il tonfo elettorale nella sua Laterina, epicentro dello scandalo della Banca Etruria che aveva portato il sindaco della vicina Arezzo a prendere posizione contro la sua famiglia e la sottoseretaria. Nel suo paese in provincia di Arezzo il Pd è stato superato è stato superato dal M5S, mentre nel 2013 il partito allora guidato da Bersani aveva preso venti in più dei Cinque Stelle.
Interrogativi sui quali la Boschi avrà modo di riflettere in Parlamento, all’interno di un Pd che piange non per la “perdità della civiltà”, come sostiene Maria Elena, ma per la perdita dei voti, tanti, tantissimi, in tutta Italia. «Mai sconfitta è stata più bruciante, peggio che nel 1948…», avrebbe invece detto Marco Minniti, che a differenza della Boschi ha capito davvero tutto…

3 commenti:

  1. ALLAboschi vorrei dire che della sua civiltà fatta di ladrocinii; corruzione; regali alle banche con i soldi pubblici; leggi porcate & nepotismo di tradizione pc, non ne abbiamo bisogno e nemmeno di un politico "paracadutato prima in parlamento dal suo amichetto renzi il cazzaro d'italia, e poi fatta ministro e poi sottosegretaria nel governo gentiloni tutto cio' sempre grazie al suo "amichetto" cazzaro! boschi per fortuna dell'italia non avrai mai piu' un posto assicurato nei prossimi governi sei solo stata una palla al piede del paesel'ultima cosa che hai fregato sempre col tuo amichetto il cazzaro, è stata la tua elezione a bolzano terra tedesca che ti hanno votata solo per pietà boschi: vattene all'inferno da dove sei venuta e portaci il tuo amichetto cazzaro! ah non mettolettere maiuscole parlando di una fallita/raccomandata!

    RispondiElimina
  2. ah! che bella cosa?! adesso: furto scasso truffa,magari anche omicio di massa si chiama civiltà? ah che bella cosa!!!!

    RispondiElimina
  3. Certo che questa pezzente arricrisciuta l' umiltà non sa neanche dove sta di casa...

    RispondiElimina