giovedì 22 giugno 2017

DIFFONDIAMO TUTTI QUESTA NOTIZIA IL PIU' POSSIBILE TUTTI DEVONO SAPERE!

Pubblicati nel 2015 alcuni scatti che smentirebbero le dichiarazioni di Regina Catrambone, fondatrice di Moas, che ha sempre escluso contatti con gli scafisti.

"Non ho mai ricevuto telefonate da scafisti, noi odiamo i trafficanti di persone. Non ho parlato con nessuno di loro".Parola di Regina Catrambone, fondatrice dell’Ong Moas, una delle più controverse Organizzazioni che operano nel Mar Mediterraneo alla ricerca di migranti da portare in Italia. Peccato che ci sarebbero tre foto che sconfesserebbero questa dichiarazione. Tre foto in cui si vedono contatti "ravvicinati" tra trafficanti di uomini e operatori dell'Ong italo-americana finanziata da Soros (guarda qui le foto).
A riportare i tre scatti per primo è stato il quotidiano online di La Valletta, Times of Malta. Immagini che risalgono a due anni fa, quando Moas realizzò una operazione di salvataggio ed ebbe un incontro ravvicinato con gli scafisti libici. La Migrant Offshore Aid Station di Christopher e Regina Catambrone ha sede proprio a La Valletta e furono loro stessi a consegnare le foto al quotidiano, immagini che ora potrebbero diventare un clamoroso boomerang.
Era l'8 marzo del 2015 quando il giornalista maltese freelance Mark Micallef allega al suo articolo le foto dell’incontro in mare fra gli uomini dei coniugi Catambrone e i trafficanti. Le didascalie delle immagini parlano chiaro: nella prima "i soccorritori circondano la barca dei migranti"; nella secondo, "i migrati sono trasferiti in un gommone"; nella terza, "i contrabbandieri libici a bordo di una nave che trasportano la bandiera post-rivoluzione tirano indietro la barca in legno da cui i migranti erano appena stati salvati dall'equipaggio". Insomma: i trafficanti hanno messo in acqua una barca di legno carica di immigrati, Moas si è avvicinata a salvarli immediatamenti e non appena finite le operazioni i trafficanti si sono avvicinati in tutta tranquillità per riprendere i barconi. Secondo il Secolo d'Italia, che ha riportato la notizia, questa sarebbe la "prova" che Moas è venuta almeno una volta in contatto con gli scafisti.
FONTE: http://www.ilgiornale.it/news/cronache/foto-incastrano-long-moas-cos-incontra-scafisti-mare-1394086.html

Nessun commento:

Posta un commento