venerdì 10 febbraio 2017

ARRESTATO IMPARATO PER CORRUZIONE ED ESTORSIONE INTERCETTAZIONI SHOCK

"Un milione a me mi spetta. Io semino sempre poi raccolgo quando si raccoglie". A parlare, intercettato dagli uomini della Guardia di Finanza, Giovanni Imparato, capo del settore legale e di fatto il numero due dell'Agenzia delle Entrate di Pescara, arrestato per corruzione per atti contrari a doveri d'ufficio.
Imparato al telefono racconta quanto può fare per la società sotto indagine da parte del Fisco. Si tratta della Cross Città Mercato, azienda che ha realizzato un centro commerciale a Formia (Latina), finita nel mirino delle Fiamme gialle. "Sai quanto vale questo scritto che ho fatto io? - prosegue l'intercettazione ambientale negli uffici pescaresi - sono 38 milioni, un milione spetta a me". Uno scritto che doveva servire per pilotare un contenzioso pendente presso la Commissione Tributaria Regionale Abruzzo.
Continua a leggere su "ilfattoquotidiano.it"

Nessun commento:

Posta un commento