martedì 6 dicembre 2016

+ + + ULTIM'ORA CLAMOROSA + + + Referendum, fuga dei testimonial del Sì:Togliete il nostro nome dal sito.

Qualcuno ha iniziato a muoversi per cercare l'eclissi. Mediatica, s'intende. Dopo aver appoggiato con forza le ragioni del Sì al referendum, i grandi nomi che hanno apposto la loro firma sul sito "Basta un Sì" stanno cercando di capire se è possibile togliere il loro nome dall'elenco degli sconfitti.
La fuga dei sostenitori del Sì
Una sorta di fuggi fuggi di cui dà conto oggi Tommaso Labate su il Corriere della Sera. "Forse non è il momento di chiedervelo - avrebbe detto qualche nome famoso del mondo dello spettacolo - Ma sapete quanto rimarrà online il sito del Sì? Non perché la firma all'appello, se possibile...". Imbarazzo, insomma. O forse soltanto il desiderio di evitare che la debacle elettorale possa avere conseguenze professionali: calo degli ascolti, fan infuriati, eccetera eccetera.
Intanto sui social network è partita la "caccia" ai sostenitori della riforma renziana. Michele Santoro è stato accusato da più parti di essersi pronunciato a favore della riforma. Anche la sua ex giornalista Luisella Castamagna l'ha bacchettato pesantemente. Di certo i volti noti dello spettacolo e della tv sono rimasti sopresi dalla sconfitta di Renzi. E ora vorrebbero evitare di pagarne anche loro le conseguenze. (ilgiornale.it)

5 commenti:

  1. Nessun commento è troppo bello, nessun commento

    RispondiElimina
  2. Mi dispiace per Santoro... avevo una grande stima di Lui...ho dovuto ricredermi... peccato !!!

    RispondiElimina
  3. Santoro e Biaggi vennero allontanati dalla tv perché a loro dire non accettavano compromessi dettati dal governo allora in carica. Oggi sappiamo che non è vero

    RispondiElimina
  4. E meno male che aveva decantato la nostra costituzione in TV come una cosa divina poi vota SI ,,, vigliacco ,,, di un BENIGNI sei stato con RENZI da OBAMA traditore

    RispondiElimina