lunedì 19 dicembre 2016

+ + + ULTIM'ORA BOMBA + + + RISSA PD SUL MATTARELLUM DI MATTEO RENZI! GUARDATE E DIFFONDETE OVUNQUE!

L'Assemblea del Pd di domenica è passata alla cronaca per l'apertura di Matteo Renzi sul Mattarellum ("Così li stano tutti", ha confessato poi a microfoni spenti, riferendosi a M5S, Forza Italia e Lega Nord) e per il pittoresco "Hai la faccia come il culo" urlato a pieni polmoni sul palco da Roberto Giachetti all'indirizzo di Roberto Speranza. Eppure, passaggio notato da pochi, potrebbe essere nata un'alleanza in grado di ribaltare il partito e condizionare pesantemente (se non farlo fuori) il segretario, ex premier e aspirante prossimo candidato a Palazzo Chigi.
La relazione di Renzi è passata con 481 voti a favore, 2 contrari, 10 astenuti e con la minoranza che non ha partecipato al voto perché da una parte i bersaniani per non volevano votare contro il Mattarellum e i cuperliani perché volevano il congresso. Sottigliezze da Botteghe Oscure 2.0? No, perché nel gioco democratico (inteso come Pd) per controllare l'Assemblea occorre il 50,1% dei voti (500 o più delegati) e per questo serve avere alle spalle un patto importante con le varie correnti. E ieri, come nota Il Giorno, le tre correnti che non si riconoscono in Renzi si sono abbracciate: Area dem (che fa riferimento a Dario Franceschini), i Giovani Turchi (del presidente Matteo Orfini e del possibile candidato segretario Andrea Orlando) e Sinistra e cambiamento (quella del ministro Maurizio Martina). Tutte e tre le fazioni ieri si sono esposte e in modi diversi hanno lanciato una sfida a Renzi. Franceschini ha rivendicato il merito di aver rinviato il Congresso (Renzi inizialmente lo voleva subito) e invitato tutti a riflettere su una legge elettorale proporzionale "per non regalare Forza Italia a Salvini". Martina (notano con discorso "da vice in pectore") ha menato fendenti a Speranza e alla sinistra interna. E poi c'è Orlando, che lontano dal palco ha espresso "seri dubbi" sul Mattarellum. Renzi, prima di pensare a battere Grillo, Berlusconi e Salvini, dovrà pensare a uscire vivo dal Nazareno.
Fonte : Libero quotidiano

Nessun commento:

Posta un commento