sabato 12 novembre 2016

CLAMOROSO VIOLANTE FA LEZIONE (PER IL SI) OBBLIGO DI PRESENZASuccede all'università dell'Insubria, dove l'ex presidente della Camera salirà in cattedra. E i dottorandi sono costretti ad ascoltare LEGGI...

Luciano Violante parla di Costituzione e per i dottorandi scatta l’obbligo di partecipazione. Accade all’Università dell’Insubria, dove il deputato del Pd terrà una lectio su “Carta costituzionale tra rinnovamento e conservazione”. Quali siano le posizioni dell’ex presidente della Camera, tra i più attivi sostenitori del Sì, sulla necessità o meno di riformare la Costituzione è noto a tutti. E a poco più di due settimane dal referendum del 4 dicembre, avrà la possibilità di esporle in un’università statale, quella dell’Insubria, che ha sedi a Varese e Como. Di fatto, senza contraddittorio.
Perché in cattedra nell’Aula magna del Dipartimento di Diritto, Economie e Culture, giovedì 17, saliranno per i saluti la direttrice dello dipartimento stesso Barbara Pozzo e il prorettore vicario Giuseppe Colangelo. Mentre l’introduzione è stata affidata al professor Maurizio Cafagno, docente dell’ateneo e presidente dell’associazione Aequa che si occupa di ricerca in partnership con l’associazione Italiadecide, presieduta dallo stesso Violante. Non solo, perché Cafagno è anche tra gli oltre 300 docenti e scienziati che a giugno hanno firmato l’appello per un “pacato Sì”. Uno schieramento netto, come quello di Violante, che non troverà in un’aula di un ateneo pubblico un bilanciamento durante la lectio. Per la quale i dottorandi sono stati precettati.
FONTE :  FATTO QUOTIDIANO

Nessun commento:

Posta un commento