venerdì 7 ottobre 2016

ULTIM'ORA RENZI SEI FINITO GUARDATE COSA STA ACCADENDO IN TUTTA ITALIA...

Accesso a un'istruzione gratuita e di qualità per tutti, il no all'alternanza scuola-lavoro e il no alla figura del preside manager. Sono alcuni dei motivi della protesta che ha portato questa mattina migliaia di studenti a scendere in piazza.

Sit-in, cortei e manifestazioni sono in corso nelle principali città italiane, da Milano a Napoli, da Venezia a Roma. Nella Capitale partenza con piccoli tafferugli E' partito con un piccolo tafferuglio il corteo degli studenti romani. All'avvio, con forte ritardo perchè si è aspettato fino all'ultimo l'arrivo di tutte le scuole e del camioncino con gli amplificatori che si è posto alla testa della marcia, i dimostranti hanno cercato di deviare dal percorso previsto. Le forze dell'ordine hanno contenuto il corteo che, dopo momenti di tensione, si è rimesso sull'itinerario convenuto.

Nel furgone degli amplificatori gli agenti delle forze dell'ordine hanno trovato scudi in plexiglass e altre strutture rigide che sono state sequestrate. "La scuola è pubblica e non si tocca, la difenderemo con la lotta", "Se ci bloccano il futuro noi blocchiamo la citta'": questi alcuni degli slogan gridati dai giovani al momento della partenza Milano: "basta, ora decidiamo noi" E' partito alle 10 da largo Cairoli, nel centro di Milano, il corteo degli studenti che scioperano "contro l'abbandono scolastico e l'incertezza per il proprio futuro ". Gli studenti attraverseranno il centro della città per arrivare alle fine al parco Ravizza, dove - spiegano gli organizzatori - si terrà un pranzo, momenti di socialità e alcuni interventi. Alla testa del corteo, composto da almeno un migliaio di ragazzi, diversi striscioni: "ora basta, decidiamo noi", recita uno ; "contro la scuola di classe di Ue e Confindustria, sferriamo il contrattacco" si legge su un altro ; "7 ottobre: tutte e tutti in piazza, no legge 107 no riforma Boschi "; "per una buona scuola , contro la buona scuola ".

Leggi anche: Corteo studenti, tensioni fra centri sociali e anarchici per le vie di Milano

A Firenze scontri con la polizia Sono circa 500 gli studenti che manifestano oggi a Firenze contro la politica del governo sulla scuola. Alcuni manifestanti hanno cercato di entrare nel liceo Galilei, in pieno centro, sfondando il portone. Sono stati respinti dalla polizia e alcuni giovani sono rimasti contusi. Il corteo era partito da piazza san Marco, aperto dalle bandiere della Rete degli studenti medi, e con gli slogan "Occupazione, occupazione" e Università a costo zero. (Rainews.it)

5 commenti:

  1. Con ste sanguisughe al governo che badano solo a difendere I forti gli studenti la classe operaia le piccole e medie imprese ci siamo rotti i coglioni.Basta.

    RispondiElimina
  2. Fanno bene ha manifestare questi politici hanno distrutto l'ITALIA!

    RispondiElimina
  3. Con ste sanguisughe al governo che badano solo a difendere I forti gli studenti la classe operaia le piccole e medie imprese ci siamo rotti i coglioni.Basta.

    RispondiElimina
  4. FACCIA E CERVELLO DI MINCHIA MOSCIA. CHIACCHIERE PER NON MANTENERE E PER DIRE NULLA. TI DISTRYGGIAMO.

    RispondiElimina