sabato 15 ottobre 2016

CLAMOROSO: BERLUSCONI ENTRA NEL PD! PARTITO NEL PANICO! GUARDATE E DIFFONDETE!

Sul sito "bastaunsi.it", cuore pulsante del comitato a favore del "sì" al referendum del 4 dicembre su cui Matteo Renzi si gioca il futuro politico, appare un titolo che parla da solo, il quale recita: "I punti in comune tra riforma costituzionale e programma del Pdl 2013". Ma non è tutto: campeggia anche il simbolo del vecchio partito di Silvio Berlusconi. Insomma, i pro-sì mettono in evidenza quelli che sono i punti in comune tra quanto auspicato dal vecchi Pdl e ciò per cui si voterà al referendum. Chiarissimo l'obiettivo di Matteo Renzi: "risucchiare" voti a destra. Eppure, la scelta rischia di trasformarsi in un autogol: gli elettori di sinistra riusciranno a "metabolizzare" il fatto che il Pd renziano abbia di fatto arruolato Berlusconi, del quale viene anche riproposta il vecchio logo politico?
Poi il testo, dove si spiega che la riforma risponderebbe al capitolo del programma del centrodestra “Istituzioni adeguate e moderne favoriscono lo sviluppo del Paese”. Nello specifico, il Pdl proponeva “riforma del bicameralismo, Senato federale, dimezzamento del numero dei parlamentari e delle altre rappresentanze elettive”; “Revisione dei regolamenti parlamentari e snellimento delle procedure legislative, con tempi certi per l’approvazione delle Leggi”; “Abolizione delle Province tramite modifica costituzionale”. E ancora, nell'articolo si aggiunge che "è interessante notare come nel programma di partiti di ogni colore siano presenti gli stessi punti portati avanti da questa riforma costituzionale”.

Fonte: Libero.it


Nessun commento:

Posta un commento