lunedì 12 settembre 2016

ULTIM'ORA VERGOGNOSA: BEPPE GRILLO.IT CENSURATO PER I DIPENDENTI ANAS. LA DENUNCIA ARRIVATA AL SITO. GUARDATE E DIFFONDETE!

Riceviamo e pubblichiamo la denuncia di Roberto Avitabile
"La rete intranet aziendale di ANAS ha subito nel tempo vari interventi tendenti a limitare gli accessi dei dipendenti di Anas a particolari siti. Da svariati anni siti categorizzati come social web (Facebook, Twitter, YouTube, ecc), come social networking (Instagram, ecc), come shopping (Amazon, ecc), come non-traditional religions (più o meno i siti che ruotano intorno al mondo della new-age) e come sports sono inaccessibili.
Ultimamente, nel giugno di quest’anno, dopo l’arrivo del nuovo Presidente Armani, Anas ha deciso di aggiungere alle categorie summenzionate anche quella relativa a "news and media", impedendo così l’accesso a tutti i siti giornalistici on line. I maligni dicono a causa della campagna di informazione portata avanti soprattutto dall’Ultima ribattuta che quasi quotidianamente usciva con articoli che evidenziavano le tante magagne di Anas.
In quest’ultima categoria, però, rientra anche il sito del blog di Beppe Grillo, che è il dominio del sito del MoVimento 5 Stelle che risultano così inaccessibili conseguentemente alla decisione presa di oscurare l’informazione su rete per i dipendenti di Anas.
L’oscuramento non ha riguardato i siti degli altri partiti/movimenti politici che risultano a tutt’oggi visionabili, creando in questo modo una disparità di trattamento inaccettabile.
Per questo, il 30 giugno, il sottoscritto inviava una mail al dirigente responsabile Ing. De Marinis dei Sistemi Informativi di Anas chiedendogli le motivazioni che avevano portato l’azienda a prendere una tale discriminante decisione.
Il 2 Luglio il dirigente responsabile interpellato rispondeva senza spiegare le motivazioni della disparità di trattamento limitandosi a dire che il sito del MoVimento 5 Stelle essendo categorizzato tra i contenuti “news e media” era stato bloccato come tutti i siti categorizzati allo stesso modo e quindi visionabile solo durante la pausa pranzo.
Il 20 Luglio replicavo alla mail di risposta del dirigente responsabile evidenziando di nuovo la disparità di trattamento attuata nei confronti del sito del MoVimento 5 Stelle e chiedendo di ripristinarne l’uniformità di trattamento rendendo accessibile il sito anche al di fuori della pausa pranzo o oscurando i siti degli altri partiti/movimenti politici come era stato fatto per quello del MoVimento 5 Stelle. A tale richiesta non ho avuto alcun riscontro." Roberto Avitabile

1 commento:

  1. Il potere cura i suoi interessi, sarebbe ora che anche i cittadini e lavoratori curassero i loro.

    RispondiElimina