venerdì 9 settembre 2016

Faccia a faccia stellare. Faccia a faccia Grillo-Raggi. Il processo, lo sfogo di Virginia

Beppe Grillo e Virginia Raggi si sarebbero incontrati davvero. Secondo l'indiscrezione rivelata da Dagospia, i due si sarebbero visti all'hotel Forum, vicino il Campidoglio, dove si sarebbe celebrato un vero e proprio processo al sindaco-avvocato di Roma. Nel faccia a faccia tanto chiacchierato è stato Grillo a partire all'attacco, strappando alla Raggi la promessa di mandare a casa anche Paola Muraro, l'assessore all'ambiente al centro del caos grillino.
Le operazioni di pulizia dentro la giunta capitolina hanno già visto silurato il magistrato Raffaele De Dominicis, indagato per abuso d'ufficio e per questo non più in linea con le direttive interne al Movimento. Sul procuratore della Corte dei conti, la Raggi si era spesa in prima persona, costretta poi a fare un dietrofront clamoroso in soli quattro giorni. Troppi i bocconi amari buttati giù in poche ore, al punto che il sindaco non avrebbe trattenuto l'arringa difensiva davanti a Grillo: "Caro Beppe, il problema non è mandare via la gente - ha riportato Dagospia - ma trovare i sostituti. La Taverna che nomi ha dato? - avrebbe aggiunto la Raggi - Chi mi avete proposto per i diversi incarichi? Chi dovevo chiamare?".
La grande crisi romana sarebbe tutta sintetizzata in quello sfogo della Raggi, costretta a fare "tutto da sola" a fronte di una classe dirigente ancora troppo inesperta per riuscire ad affrontare con modi e tempi giusti la bufera politica e mediatica che sta travolgendo il Movimento. E le novità non finisco qui, visto che Grillo ha annunciato alla Raggi che sarà affiancata da un nuovo mini-direttorio, dopo aver archiviato quello fallimentare guidato da Paola Taverna.
Fonte : liberoquotidiano.it

2 commenti:

  1. Ma vi rendete conto che non si riesce a trovare un politico non corrotto indagato o inquisito da nessuna parte, adatto a ricoprire cariche istituzionali

    RispondiElimina
  2. Ma vi rendete conto che non si riesce a trovare un politico non corrotto indagato o inquisito da nessuna parte, adatto a ricoprire cariche istituzionali

    RispondiElimina