sabato 2 luglio 2016

BOOM VILLE E BARCHE DI LUSSO ARRESTATO GENERALE DELLA FINANZA

Un vorticoso “giro” di denaro in contante, utilizzato per l’acquisto di immobili, ma anche di una lussuosa imbarcazione del costo di 450mila euro (poi rivenduta); il tutto gestito attraverso prestanomi, che in alcuni casi erano ufficiali e sottufficiali delle Fiamme Gialle, suoi stretti collaboratori. Dalle carte depositate al processo Mose, che si aprirà il prossimo 22 ottobre, emergono nuovi ed incredibili particolari sull’attività del generale della Guardia di Finanza Emilio Spaziante, ora in pensione, già comandante interregionale dell’Italia centrale, e all’epoca ad un passo dal diventare comandante generale delle Fiamme Gialle. Fatto arrestare il 4 giugno del 2014 dai pm Stefano Ancilotto e Stefano Buccini per aver fornito informazioni riservate sull’inchiesta al presidente del Consorzio Venezia Nuova, Giovanni Mazzacurati, in cambio di 500mila euro e la promessa di altri due milioni, ha già patteggiato 4 anni di reclusione, subendo la confisca di 4 milioni di euro. L’inchiesta a suo carico, iniziata a Venezia, è poi proseguita per competenza territoriale a Milano, dove si sta valutando la posizione dei suoi sottoposti che si prestarono a fargli da prestanome… fonte: http://www.ilgazzettino.it/

9 commenti:

  1. Una condanna esemplare dovrebbero dargli

    RispondiElimina
  2. MAH VERAMENTE DOVREBBERO ARRESTARE TUTTI QUESTI FARABUTTI COME QUESTO CHE ORMAI E' NOTISSIMO CHE SI NASCONDONO IN QUESTO COMITATO DI MALAFFARE AUTORIZZATO CHIAMATO..."GUARDIA DI FINANZA"...!!!!!

    RispondiElimina
  3. Ma perché voi pensate che e in galera? toglietevelo dalla testa quello sicuramente stà facendo il nababbo all'opinione publica fanno capire che lo anno arrestato io non ci credo

    RispondiElimina
  4. Ma che coglione, non l'ha notato nessuno. Se non lo hanno arrestato, lo faranno.

    RispondiElimina
  5. VOGLIO TUTTI I SOLDI INDIETRO FINO AL CENTESIMO

    RispondiElimina
  6. Questa persona se colpevole ha tradito il giuramento fatto sulla costituzione e infangato l'uniforme che indossa per la quale migliaia di finanzieri onesti tutti i giorni onorano, con dignità e professionalità, anche a rischio della propria vita. Il fatto poi che era un alto ufficiale non deve trovare sconti o corsie preferenziali, anzi la pena dev'essere la massima consentita dalla legge. Personalmente questi uomini mi fanno talmente schifo che li darei in pasto ai maiali.

    RispondiElimina
  7. Io sono un ex finanziere (ora in pensione) che ha affrontato 4 anni di processo (infernali) e sospensione del servizio (ridotto alla fame) per aver fatto una piccola cazzata di cui non mi vergogno affatto (era finalizzata ad aiutare delle persone). Per fortuna alla fine la mia buona fede era così talmente macroscopica che non hanno potuto fare a meno di riconoscerla. Sono rientrato in servizio.....ma distrutto nel morale e nel portafogli. Se uno volesse usare lo stesso metro di misura a questo Generale del cazzo dovrebbero dargli la sedia elettrica. Mah!...così val mondo

    RispondiElimina
  8. Io sono un ex finanziere (ora in pensione) che ha affrontato 4 anni di processo (infernali) e sospensione del servizio (ridotto alla fame) per aver fatto una piccola cazzata di cui non mi vergogno affatto (era finalizzata ad aiutare delle persone). Per fortuna alla fine la mia buona fede era così talmente macroscopica che non hanno potuto fare a meno di riconoscerla. Sono rientrato in servizio.....ma distrutto nel morale e nel portafogli. Se uno volesse usare lo stesso metro di misura a questo Generale del cazzo dovrebbero dargli la sedia elettrica. Mah!...così val mondo

    RispondiElimina