giovedì 16 giugno 2016

TUTTI I PAESI SONO UGUALI MA ALCUNI SONO PIU' UGUALI DI ALTRI

Il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, il quale ha dichiarato ieri di aver rimosso – ad appena 72 ore dalla pubblicazione – la coalizione guidata dall’Arabia Saudita dalla lista nera dei Paesi assassini di bambini.
Perché è stata cancellata da questo vergognoso elenco l’Arabia Saudita che sta bombardando da mesi lo Yemen insieme a Bahrain, Kuwait, Qatar, Emirati Arabi Uniti, Egitto, Giordania, Marocco e Sudan?
Semplice, perché quel Paese ha minacciato apertamente di chiudere i finanziamenti ai programmi dell’ONU.
“Il rapporto descrive orrori che nessun bambino dovrebbe vivere – ha dichiarato il segretario generale in conferenza stampa – tuttavia, ho anche dovuto prendere in considerazione la possibilità molto concreta che milioni di altri bambini debbano affrontare grandi sofferenze se, come mi è stato detto, alcuni Paesi non finanziassero più diversi programmi delle Nazioni Unite. I bambini già a rischio in Palestina, nel Sudan meridionale, in Siria, in Yemen, e in tanti altri luoghi precipiterebbero in una disperazione ancora più profonda”.
Guarda caso l’Arabia Saudita, che finanzia centinaia di milioni di dollari all’anno per i programmi alimentari ONU in Siria e in Iraq, è uno dei maggiori finanziatori in Medio Oriente.Resta il fatto che se il fine non giustifica mai i mezzi, una organizzazione internazionale come l’ONU – nel cui statuto è espressamente dichiarato che “L’Organizzazione è fondata sul principio della sovrana eguaglianza di tutti i suoi Membri” (Art.2,1) – dovrebbe intraprendere scelte diverse da quelle che si dice costretta a prendere.
Ma evidentemente c’è sempre qualcuno che è … più uguale degli altri.
http://www.altrogiornale.org

Nessun commento:

Posta un commento