mercoledì 11 maggio 2016

ULTIM'ORA CLAMOROSA: ARRESTATO IMPARATO PER CORRUZIONE ED ESTORSIONE INTERCETTAZIONI SHOCK

"Un milione a me mi spetta. Io semino sempre poi raccolgo quando si raccoglie". A parlare, intercettato dagli uomini della Guardia di Finanza, Giovanni Imparato, capo del settore legale e di fatto il numero due dell'Agenzia delle Entrate di Pescara, arrestato per corruzione per atti contrari a doveri d'ufficio.

Imparato al telefono racconta quanto può fare per la società sotto indagine da parte del Fisco. Si tratta della Cross Città Mercato, azienda che ha realizzato un centro commerciale a Formia (Latina), finita nel mirino delle Fiamme gialle. "Sai quanto vale questo scritto che ho fatto io? - prosegue l'intercettazione ambientale negli uffici pescaresi - sono 38 milioni, un milione spetta a me". Uno scritto che doveva servire per pilotare un contenzioso pendente presso la Commissione Tributaria Regionale Abruzzo.

Continua a leggere su "ilfattoquotidiano.it"

14 commenti:

  1. Aprimmo un gastronomia 12 anni fa e l'abbiamo chiusa dopo un anno di attività in passivo.Ag.Entrate ci ha chiesto di pagare 7000euro.Abbiamo fatto il primo ricorso e l'abbiamo perso.Adesso ci vogliono gli altri soldi x appellarci e non li abbiamo.Quindi dopo 12 anni e in futuro avremo questa spada di Damocle sulla testa.Noi apparteniamo a quelle voci nel silenzio e dobbiamo subire le angherie di uno Stato ladro e truffaldino.

    RispondiElimina
  2. Vi ricordate quelle circa 800 assunzioni irregolari e banditesche di dirigenti senza titolo e senza merito nell' Agenzia delle Entrate in proporzione al peso politico???? La loro funzione, attualmente, è quella di agevolare gli amici e gli amici degli amici e di non controllare le grandi aziende pubbliche e private. La grande evasione è un volere politico.Io ho avuto nel 2010 dall' agenzia delle entrate di Nola un accertamento per 76 euro per interessi passivi sull' ultima rata del mutuo ventennale, che, secondo loro, non potevo portare in detrazione in quanto non avevo le fatture del 1988. Morale della favola ho dovuto pagare 146 euro.Ogni commento è superfluo. Secondo chi legge, ci vuole una rivoluzione????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. avete notato che tra la gente famosa l'evasione fiscale e'molto alta, a loro fanno gli sconti, a noi comuni mortali le cartelle raddoppiano all'infinito! Questa e'la legge uguale per tutti? Credo proprio di no! A voi le conclusioni

      Elimina
  3. CHE GLI VADANO A FIRE IN MEDICINE LADRO

    RispondiElimina
  4. Lo sapete perchè quel signore è in quel posto? Perchè ha la pesante raccomdandazione di qualche politico mica per capacità. All'Agenzia delle Entrate i concorsi non li conoscono neanche! Poi vi stupite che rubi? E' abituato all'illegalità.

    RispondiElimina
  5. Bisogna azzerare ogni cosa e ripartire, non hanno più titolo, si tratta solo di criminali

    RispondiElimina
  6. Bisogna azzerare ogni cosa e ripartire, si tratta solo di criminali

    RispondiElimina
  7. equitalia deve chiudere lo stato deve gestire il tutto con criterio no a scopo di lucro

    RispondiElimina
  8. sai quante bollette si pagavano con gli sconti fatti ai grandi evasori invece niente i piccoli vanno massacrati gli venisse il tumore a tutti

    RispondiElimina
  9. Questi soldi avuti con imblogli sulle nostre pelle dovrebbe andare in un fondo sociale per sostenere le piccole imprenditorie e le famiglie che non arrivano a fini mesi,e non riescono più a pagare le bollette e l'affitto,io per fortuna stringendo i denti ancora ce la faccio.

    RispondiElimina