giovedì 29 giugno 2017

Ultim'ora clamorosa Matteo Renzi scaricato dal pd! Renzi fatto fuori!

Un uomo solo e forse nemmeno più al comando. In queste ore Matteo Renzi sta vivendo un dramma politico: la batosta elettorale sta sgretolando più del previsto la leadership del segretario Pd e lo sta facendo alla luce del sole, attraverso i giornali e le tv. Non solo Andrea Orlando e la sinistra dem sta spingendo per rimettere in discussione la linea renziana del "niente coalizioni", avvicinandosi anche fisicamente agli ex scissionisti di Mdp e a Giuliano Pisapia (sabato saranno tutti insieme, a Roma, per far nascere la nuova "cosa rossa"). Non solo Romano Prodi e Walter Veltroni, che temono una perdita d'identità del partito e presi a male parole da Matteo. Anche un insospettabile democristiano come il potentissimo Dario Franceschini ha osato mettere in dubbio Renzi, provocando per la prima volta le ire di Luca LottiMatteo Orfini ed Ettore Rosato, ormai tra i pochissimi renziani (veri o acquisiti) che hanno ancora il coraggio di difendere il capo pubblicamente. Una slavina elettorale e umana, ma a monte la situazione è ben peggiore. 
Come spiega bene anche il Quotidiano nazionale, nel Pd sta avvenendo una "scissione silenziosa", lontano dalle telecamere. È nelle segreterie locali, nelle sezioni di provincia che sta succedendo l'impensabile: decine di amministratori locali, funzionari storici del Pd e semplici attivisti e iscritti che stanno decidendo di lasciare i dem e approdare proprio a Mdp-Articolo 1, in aperto strappo con Renzi. Molto conta l'atteggiamento iper-critico di "ras" del territorio come i governatori Bonaccini (Emilia Romagna) e Zingaretti (Lazio), il renziano per opportunità De Luca (Campania) che in realtà si muove da battitore libero così come Oliverio (Calabria) e D'Alfonso (Abruzzo), senza citare l'anti-renziano Emiliano in Puglia. La base risponde di conseguenza: negli ultimi giorni, nota QN, hanno lasciato il Pd 104 tra sindaci, assessori, consiglieri comunali e quadri della provincia di Lecce, 300 giovani dem a Reggio Calabria, il segretario cittadino di Modena Filippo Calcagno, il consigliere regionale lombardo Onorio Rosati, l'assessore regionale abruzzese Marinella Scrocco. Altri, come il candidato sindaco del Pd a Frosinone o il sindaco di Latina, si sono avvicinati a Pisapia. Anche loro saranno in piazza con l'ex sindaco di Milano, Bersani, Rossi, Speranza, Bassolino. Tutti nel nome di un Pd de-renzizzato. La polemica sulle primarie di coalizioni e le alleanze a sinistra che pare solo l'ultimo pretesto per farlo fuori.

FONTE: http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/12425470/pd-scissione-silenziosa-base-rivolta-contro-renzi-fuga-mdp-pisapia-franceschini-orlando-emiliano-lotti-orfini-rosato-elezioni-.html


NOTIZIA CLAMOROSA! 9 ARRESTI A CALTANISSETTA PER VOTI DI SCAMBIO POLITICI-MAFIA, ARRESTATO ANCHE L'EX SINDACO FRANCESCO LA ROSA E IL BOSS GIANCARLO GIUGNO

Un patto politico-mafioso siglato nel 2012, che avrebbe inquinato l'amministrazione comunale per cinque anni a Niscemi, grosso comune della provincia di Caltanissetta, e che avrebbe potuto prolungare i suoi effetti anche oggi.

Seduti al tavolo degli scambi elettorali e affaristici ci sarebbero stati il boss di Niscemi Giancarlo Giugno, già detenuto, e l'ex sindaco Francesco La Rosa, candidato anche in questa tornata e sconfitto al ballottaggio di domenica scorsa, entrambi arrestati oggi dalla polizia di Stato, nonchè il capomafia di Gela Alessandro Barberi, da tempo recluso in carcere. "Il patto è stato sottoscritto - spiega all'AGI il capo della Squadra mobile Marzia Giustolisi - in vista delle elezioni del 2012 e ha certamente condizionato l'amministrazione in questi anni.

Su questo si è focalizzata la nostra inchiesta. Da una parte i boss di Niscemi e Gela, dall'altro La Rosa e altri amministratori e suoi collaboratori". Tra gli arrestati, infatti, anche un ex consigliere della lista di La Rosa e due esponenti del
 suo entourage politico. In tutto nove le ordinanze di custodia cautelare per i reati di associazione mafiosa e scambio elettorale politico-mafioso emesse dal Gip del Tribunale di Caltanissetta, su richiesta della locale Dda. Le indagini degli uomini della squadra mobile unitamente a quelli del commissariato di Niscemi e Gela, hanno permesso di accertare che appartenenti a 'Cosa nostra' di Niscemi e di Gela si incontravano in aperta campagna per discutere degli accordi politico-mafiosi.

FONTE
http://palermo.repubblica.it/cronaca/2017/06/29/news/caltanissetta_voto_di_scambio_politici-mafia_nove_arresti-169453518/



mercoledì 28 giugno 2017

HA RAGIONE DI MAIO! QUESTO VIDEO DIMOSTRA TUTTO QUELLO CHE LUIGI HA DETTO E VERO E SAVIANO A TORTO! 100MILA CONDIVISIONI ECCO PERCHÉ HA RAGIONE DI MAIO TU CON CHI STAI? SCRIVILO NEI COMMENTI!

L'ignoranza di Saviano
Saviano parla per sentito dire. Affronta il tema dei migranti come se fosse una sceneggiatura per una serie di successo, non per quello che è, ossia un problema serio che costa migliaia di vite umane ogni anno. Ci sono alcuni dati che non possono essere ignorati se vogliamo parlare con cognizione di causa della questione.
1) Definire taxi le imbarcazioni delle ONG non è un mio copyright. Prima di me, e a ragione, lo ha detto (http://www.lastampa.it/…/abbiamo-le-prove-dei-c…/pagina.html) l'agenzia dell'UE Frontex nel suo rapporto "Risk analysis 2017"*. Saviano questo lo ignora e parla a vanvera.
2) Saviano ignora anche che sempre Frontex ha affermato (https://www.avvenire.it/…/collusione-coi-trafficanti-di-mor…), dati alla mano, che "proprio il sovraffollamento sui barconi sta provocando più decessi" e che "i trafficanti, aspettandosi di trovare navi che salvino i migranti più vicine, forniscono poca acqua e scarsissimo cibo e carburante". Quindi le ONG, che Saviano difende senza sapere neppure di cosa parla, stanno causando più confusione e più morti in mare.
3) Le Ong non hanno ridotto il numero di morti in mare. Il procuratore di Catania ha spiegato (http://palermo.repubblica.it/…/migranti_il_procuratore_zuc…/) che "Le Ong lavorano spesso in prossimità del territorio e delle coste libiche. Abbiamo calcolato che negli ultimi quattro mesi del 2016 il 30% dei salvataggi con approdi a Catania è stato effettuato da quelle organizzazioni; nei primi mesi del 2017 quella percentuale è salita ad almeno il 50%. E accanto a questo dato emerge che il numero dei morti non è diminuito. Registriamo un dato che ci desta preoccupazione: il numero di morti in mare nel 2016 ammonta a 5000; nel triennio 2013-2015 le vittime di cui si è occupata la Procura di Catania sono state 2000: il che mi fa ritenere che la presenza di queste organizzazioni, a prescindere dagli intenti per cui operano, non ha attenuato il numero delle tragedie in mare".
Io non cerco i voti di chi vuole i migranti in fondo al mare, Saviano invece sostiene chi materialmente ne è causa. Consiglio a Saviano di informarsi prima di parlare per evitare figuracce.


GIORGIA: "IO STO CON VIRGINIA RAGGI". 10MILA CONDIVISIONI PER QUESTO VIDEO



GIORGIA: "IO STO CON VIRGINIA RAGGI". 
10MILA CONDIVISIONI PER QUESTO VIDEO!
GUARDATE E DIFFONDETE OVUNQUE!



Vittorio Feltri: "Il Pd cola a picco! Il M5S e' il primo partito! Guardate ediffondete ovunque!

Una delle migliori sondaggiste italiane rivela che il Pd è sceso di vari punti e ora sarebbe al 25 per cento o addirittura al 23. E secondo noi calerà ulteriormente. Perché?
Elementare. I compagni da dicembre in poi si sono dati da fare per autodistruggersi e ci sono riusciti benissimo. Hanno mostrato ai cittadini il loro lato peggiore: l' inconcludenza. Si sono smarriti in discussioni infinite sul sesso degli angeli, hanno speso energie in liti senza senso, si sono lanciati in scissioni inutili, anzi dannose. L' immagine del partito è stata insozzata. E il bello, si fa per dire, è che la stragrande maggioranza della gente non ha compreso i motivi della maxi rissa.

L'unica certezza è che Matteo Renzi si è dimesso da premier come aveva promesso di fare in caso di sconfitta al referendum e che Gentiloni ne ha preso il posto a Palazzo Chigi. Poi è iniziata la lotta per la segreteria e qui i dem hanno dato il massimo della pistolaggine fornendo uno spettacolo western in cui è mancato solo che qualche ubriaco sparasse sul pianista. Chi volete abbia ancora fiducia di un partito impegnato in una guerra di potere e indifferente alle drammatiche emergenze del Paese?
Ricordiamo un particolare amaro o comico (dipende dai punti di vista). Prima che il governo nuovo si fosse insediato, il dibattito era monocorde: votiamo subito o lavoriamo alla legge elettorale? Le forze politiche si sono spaccate. Risultato, non si è andati alle urne né si è proceduto ad approvare norme adatte per rinfrescare il Parlamento. Nulla è cambiato e la situazione è di stallo. Non si è neppure cominciato a realizzare un progetto che consenta al popolo di scegliere i propri rappresentanti. Quanto sembrava urgente e vitale, all' improvviso è stato accantonato come si trattasse di fastidiosa incombenza burocratica. L' inettitudine della cosiddetta Casta è stata così clamorosamente confermata a tutto vantaggio dello sgangherato Movimento 5 Stelle, ormai diventato stabilmente il primo partito nostrano.
Nel frattempo, apprendiamo con sgomento che alcuni maggiorenti dem hanno avanzato l' idea, accolta con entusiasmo dai loro seguaci più fedeli, di organizzare presto una imponente manifestazione in favore degli extracomunitari allo scopo di rassicurarli circa la disponibilità degli italiani ad accoglierli quali fratelli.
Tra i principali promotori della generosa iniziativa, Orlando, quello che canta «prendi questa mano, zingara» e Veltroni, quello che annunciò di trasferirsi in Africa e che invece ha successivamente deciso di trasferire il Continente nero dalle nostre parti. Forse per risparmiare sul viaggio e caricare i costi sul nostro groppone. Ignoriamo la data e le modalità dell' evento, ma siamo sicuri che esso provocherà effetti disastrosi per il Pd, e questo ci rincuora. Si dà il caso difatti che i nostri connazionali non ne possano più di profughi (e similari) invadenti e malsopportino il fenomeno migranti perché incontrollato, foriero di caos sociale e intollerabile sul piano della sicurezza.
Sono esasperati sia i simpatizzanti della destra sia quelli di sinistra. Non tollerano di dover mantenere gli stranieri che giungono sulla Penisola quotidianamente. Siamo diventati poveri noi e dobbiamo provvedere al sostentamento di altri poveri senza avere le risorse per farlo. E non è piacevole venire a conoscenza che il Partito democratico, nonostante ciò, si adoperi con cortei e festeggiamenti al fine di incoraggiare neri e musulmani eccetera a occupare in massa la nostra terra.
Mi sembra un' eccellente operazione antipatia che contribuirà a diminuire ancora di più i consensi destinati ai progressisti. La kermesse in appoggio all' immigrazione selvaggia sarà la pietra tombale sui trascorsi successi del Pd, e aprirà per i compagni una stagione buia che si concluderà, ci auguriamo, con un elegante funerale del buonismo a spese del popolo. Cesseranno una buona volta la Leopolda, il Nazareno, il Lingotto, le assemblee e le primarie e forse si inizierà a parlare delle grane nazionali. Il prossimo congresso dem si svolga in una dismessa cabina del telefono.
Con Mani pulite ci eravamo predisposti ad archiviare i partiti storici, paradossalmente ci siamo regalati dei partiti preistorici. Ne paghiamo le conseguenze.

di Vittorio Feltri


GRAZIE MILLE MILENA PER TUTTO IL TUO ONESTO LAVORO QUESTO E' IL SUO VIDEO DI ADDIO!



GRAZIE MILLE MILENA PER TUTTO IL TUO ONESTO LAVORO QUESTO E' IL SUO VIDEO DI ADDIO! MASSIMA DIFFUSIONE!



ULTIM'ORA CLAMOROSA DI MAIO IN DIRETTA FA' DELLE RIVELAZIONI CLAMOROSE CONTRO IL GOVERNO!



Fatelo vedere a chiunque! Un Di Maio devastante in diretta su La7 ha smascherato il governo su una grande porcata nascosta e seppellita da tutti i media per fare qualche favore a qualcuno dei piani alti del governo. Dobbiamo diffonderlo tutti, la gente deve sapere! Massima condivisione!